Il mercatino del Perugino a km0

Il mercatino del Perugino a km0

Il mercatino del Perugino

Mercato a kilometri zero – dal 5 Giugno al 15 Settembre

Prima e terza domenica del mese, dalle ore 9.00 alle ore 13.00, ti aspettiamo in Piazza Plebiscito, nel cuore del Centro Storico, per conoscere le prelibatezze locali e interagire con l’ambiente, i processi e le persone che stanno dietro alle produzioni fresche, sostenibili e di elevata qualità che possiamo degustare e acquistare.

IN VACANZA OGNI GIORNO DELL' ANNO

LE MIGLIORI ESPERIENZE SELEZIONATE PER TE

CITTÀ DELLA PIEVE VR

Scopri la Città attraverso un Virtual Tour Immersivo

COME ARRIVARE A CITTÀ DELLA PIEVE

La destinazione che cercavi è ad un passo da te!

ORGANIZZA LA TUA VACANZA A CITTÀ DELLA PIEVE

SEGUI I NOSTRI CANALI SOCIAL

Per scoprire Città della Pieve in tempo reale

Comune di Città della Pieve

Assessorato al turismo
P.zza XIX Giugno 1, 06062 Città della Pieve (PG)
P.IVA 00451610547

E-mail: promopieve@cittadellapieve.org
PEC: comune.cittadellapieve@postacert.umbria.it

TEL 0578/291111 FAX 0578/291291

Pizzo e ricamo

Pizzo e ricamo

Pizzo e ricamo

Il Punto Perugino

Oggi viene riproposta a Città della Pieve la tipica tradizione del pizzo e del ricamo a “Punto Perugino“, ricamo a fili contati che vanno a campire disegni che si ispirano alle decorazioni pittoriche del Rinascimento.

IN VACANZA OGNI GIORNO DELL' ANNO

LE MIGLIORI ESPERIENZE SELEZIONATE PER TE

CITTÀ DELLA PIEVE VR

Scopri la Città attraverso un Virtual Tour Immersivo

COME ARRIVARE A CITTÀ DELLA PIEVE

La destinazione che cercavi è ad un passo da te!

ORGANIZZA LA TUA VACANZA A CITTÀ DELLA PIEVE

SEGUI I NOSTRI CANALI SOCIAL

Per scoprire Città della Pieve in tempo reale

Comune di Città della Pieve

Assessorato al turismo
P.zza XIX Giugno 1, 06062 Città della Pieve (PG)
P.IVA 00451610547

E-mail: promopieve@cittadellapieve.org
PEC: comune.cittadellapieve@postacert.umbria.it

TEL 0578/291111 FAX 0578/291291

Il Laterizio

Il Laterizio

Il Laterizio

La produzione di laterizio con il quale è costruita Città della Pieve è documentata fin dal sec. XIII
Il tipico cotto locale ha un colore che varia dal rosa chiaro ad una tonalità più scura. Ancora oggi viene riproposta la lavorazione del cotto fatto a mano. L’argilla, prelevata soprattutto dalle cave di Ponticelli, viene lavorata con macina da pane e sfarinata fino ad assumere la consistenza della farina “00” affinché l’impasto con l’acqua sia omogeneo. La cottura avviene a mille gradi per garantire un prodotto antigelivo.

IN VACANZA OGNI GIORNO DELL' ANNO

LE MIGLIORI ESPERIENZE SELEZIONATE PER TE

CITTÀ DELLA PIEVE VR

Scopri la Città attraverso un Virtual Tour Immersivo

COME ARRIVARE A CITTÀ DELLA PIEVE

La destinazione che cercavi è ad un passo da te!

ORGANIZZA LA TUA VACANZA A CITTÀ DELLA PIEVE

SEGUI I NOSTRI CANALI SOCIAL

Per scoprire Città della Pieve in tempo reale

Comune di Città della Pieve

Assessorato al turismo
P.zza XIX Giugno 1, 06062 Città della Pieve (PG)
P.IVA 00451610547

E-mail: promopieve@cittadellapieve.org
PEC: comune.cittadellapieve@postacert.umbria.it

TEL 0578/291111 FAX 0578/291291

Zafferano

Zafferano

Zafferano

La Storia

La pianta, originaria dell’Asia Minore, fu impiegata fin dall’antichitá per uso tintorio, farmacologico, cosmetico e gastronomico. I Greci e successivamente i Romani e gli uomini del Medioevo, chiamarono la pianta “croco”. Si deve agli Arabi il mutamento nel corso del Medioevo del nome, da croco a zafferano. La parola deriva dal persiano “safra” (giallo), passato nell’arabo “za’faràn” e quindi nello spagnolo “azafran”. Il giallo si riferisce al colore assunto dagli stimmi dopo la cottura.

La Produzione

Che lo zafferano si producesse in Umbria e quindi anche a Castel della Pieve a partire perlomeno dal sec. XIII é testimoniato dallo Statuto di Perugia del 1279 dove si vietava nell’allora contado di Città della Pieve la semina della pianta da parte dei forestieri. Negli Statuti della Gabella di Castel della Pieve del 1530 compare, tra le altre rubriche, la raccolta di zafferano. Negli Statuti del Danno Dato del 1530, si evince che la produzione di zafferano era molto importante per l’economia della Città. Alla fine degli anni ‘70 l’Agronomo Alberto Viganò impiantó nelle sue proprietá situate nel territorio pievese alcuni bulbi di zafferano provenienti dalla Spagna. Da questa esperienza derivarono in quegli anni altre coltivazioni condotte da alcuni coltivatori pievesi affascinati anch’essi dalla spezia. Nel giugno 2002, con la fattiva collaborazione dell’Amministrazione Comunale di Città della Pieve, della Comunità Montana Monti del Trasimeno e della Facoltà di Agraria di Perugia, affiancate da altri soggetti quali il Gal Trasimeno Orvietano, Slow Food – Condotta Trasimeno e Associazioni di Categoria, nasceva il Consorzio Alberto Viganò “Il Croco di Pietro Perugino – Zafferano di Città della Pieve”.
Il Consorzio è costituito da 30 soci . Lo zafferano è commercializzato esclusivamente in fili per garantire la sua autenticità.

https://bit.ly/3r1BikQ

 

 

IN VACANZA OGNI GIORNO DELL' ANNO

LE MIGLIORI ESPERIENZE SELEZIONATE PER TE

CITTÀ DELLA PIEVE VR

Scopri la Città attraverso un Virtual Tour Immersivo

COME ARRIVARE A CITTÀ DELLA PIEVE

La destinazione che cercavi è ad un passo da te!

ORGANIZZA LA TUA VACANZA A CITTÀ DELLA PIEVE

SEGUI I NOSTRI CANALI SOCIAL

Per scoprire Città della Pieve in tempo reale

Comune di Città della Pieve

Assessorato al turismo
P.zza XIX Giugno 1, 06062 Città della Pieve (PG)
P.IVA 00451610547

E-mail: promopieve@cittadellapieve.org
PEC: comune.cittadellapieve@postacert.umbria.it

TEL 0578/291111 FAX 0578/291291

Translate »