Sei qui: arte e musei > Museo Antonio Verri

Museo Antonio Verri

Museo di Storia Naturale e del Territorio di Città della Pieve

IL MUSEO DI STORIA NATURALE E DEL TERRITORIO DI CITTÀ DELLA PIEVE

Il  Museo  di Storia Naturale e del Territorio di Città della Pieve, di proprietà comunale, è stato inaugurato nel 2009 con sede a Palazzo della Corgna. Il Museo espone parte dei materiali contenuti in due collezioni private ottocentesche, quella di Antonio Verri e quella di Paolo De Simone, una piccola raccolta di strumenti scientifici utilizzati nel Gabinetto di Fisica delle Scuole Tecniche pareggiate, due erbari e donazioni aggiunte negli ultimi anni. I materiali, a partire dal 1994, sono stati oggetto delle prime operazioni di ricognizione e catalogazione, grazie al contributo di naturalisti della Cooperativa IGEA e del gruppo Giovani Ecologisti di Città della Pieve. La definitiva e sistematica catalogazione dei singoli campioni è avvenuta tramite l’intervento del Centro Ateneo per i Musei Scientifici della Università degli Studi di Perugia. Entrando nella I sala la vetrina a destra espone alcuni strumenti scientifici usati a scopo didattico, tra la fine dell’800 e i primi anni del ‘900. Le vetrine a sinistra ospitano alcuni esemplari di minerali e rocce, di varia provenienza e una parte di campioni di invertebrati, fossili e attuali, pertinenti alla collezione di Antonio Verri. Qui sono inoltre confluiti, da una piccola donazione privata, frammenti fossili rinvenuti nella Penisola Arabica. Questa sala dedica uno spazio, nell’angolo opposto all’ingresso, alla ricostruzione dello studio di Verri, cittadino pievese, che si distinse particolarmente nella carriera militare e si dedicò continuativamente con passione alle Scienze Naturali anche attraverso numerose pubblicazioni. Passando alla II sala la tipologia dell’allestimento rievoca ambienti naturalistici attuali pertinenti al territorio di Città della Pieve, “raccontati” attraverso la storia delle antiche fonti, la descrizione dell’habitat relativo alle “cerrete”, la topografia dei fossi con i riferimenti alla vegetazione e alla fauna correlate, l’indicazione dei depositi fossiliferi preistorici. Sul tavolo, al centro della sala, è possibile consultare due preziosi erbari realizzati dopo un’attenta e paziente attività di ricerca e raccolta effettuata dal gruppo dei Giovani Ecologisti di Città della Pieve. La III sala è riservata all’altra consistente collezione privata del Museo, quella di Paolo De Simone, anch’egli appassionato naturalista, laureato in agraria, trasferitosi a Città della Pieve nel 1886 con la Marchesa Vittoria Spinola, figlia di Vittorio Emanuele II e della “Bella Rosina”,  con la quale condivise scelte e attività  in ambito produttivo e agroalimentare. Le vetrine di questa sala mostrano 5 scatole entomologiche, una spermoteca (raccolta di semi di ortaggi e di piante di interesse alimentare e farmacologico), una xiloteca (raccolta di legni di piante arboree e arbustive) di varia provenienza. Sugli espositori sono sistemati alcuni vertebrati tassidermizzati. Il titolo della vetrina situata in questa sala, la biodiversità perduta, richiama l’attenzione sul rischio che corre l’intero patrimonio botanico e zoologico dopo che, in un periodo di 10.000 anni, attraverso l’agricoltura, l’uomo ha selezionato e coltivato una grande varietà di piante selvatiche, creando moltissime specie locali in grado di adattarsi e sopravvivere ai diversi tipi di suolo e di clima. Il Museo è dotato di un laboratorio didattico, allestito nel piccolo ambiente accessibile dalla seconda sala, fruibile dalle scuole per attività inerenti l’educazione ambientale.

 

LE PROPOSTE CULTURALI


Visite guidate: Ideazione e organizzazione di percorsi didattici presso il museo e/o in luoghi e ambienti di interesse naturalistico

Laboratori didattici: Attività didattiche laboratoriali rivolte agli studenti di ogni ordine e grado, presso sia il museo sia le scuole

Escursioni: Visite guidate in siti di interesse storico naturalistico, ambientale e scientifico del territorio pievese e delle aree limitrofe

Divulgazione scientifica: Organizzazione di attività culturali e consulenze scientifiche per gruppi organizzati, comunità, associazioni e Enti pubblici e privati

 

Orario d’apertura: Sabato e Domenica 10.30 – 12.30 / 16.00 – 19.00     

Ingresso libero


Info: Tel. 0578.299409         

Email: giovani.ecologisti@libero.it

 

site by Wachipi